“Soluzione apprezzata e presto attuata per i medici di emergenza urgenza impegnati nei corsi di formazione del CEFPAS. E’ questo il commento dell’On. Carmelo Pullara a conclusione della seduta della VI Commissione legislativa tenutasi in data odierna.

Vi era una discrasia che dava luogo all’incompatibilità per la frequenza della seconda fase dei corsi organizzati dal CEFPAS per i medici di pronto soccorso che agiscono in regime libero professionale, - continua Pullara - infatti se nella prima fase del corso, teorico,  veniva inficiata la prestazione lavorativa resa quotidianamente dai medici dall’impossibilità di frequenza del corso in concomitanza con l’orario di lavoro fatto che avrebbe impoverito ulteriormente i pronto soccorso nella seconda fase scattava l’incompatibilità dal punto di vista del cumulo tra prestazione ordinaria e borsa di studio.

Il governo raccogliendo la mia proposta,- conclude Pullara - ha assicurato che modificherà l’impianto dei corsi prevedendo l’opzione della libera scelta tra borsa di studio e incarico libero professionale e spalmando le ore di teoria in un maggiore  arco temporale, così da consentire a tutti i medici la libera ed equa partecipazione al corso e contestualmente assicurare la prestazione lavorativa presso i P.S..